Nuova foto

ECCO I RISULTATI DEL SONDAGGIO PER IL GRUPPO DI LETTURA DI GENNAIO:
"L'onore perduto di Katharina Blum" di Heinrich Boll 17,50%
"Accabadora" di Michela Murgia 22,50
"Nel paese delle ultime cose" di Paul Auster 27,50%
"Everyman" di Philip Roth 32,50%
Quindi..."Everyman" sia! Se volete partecipare al gruppo potete passare in libreria e ordinare una copia del libro!
Ricordiamo che l'incontro sarà il 22 gennaio...Vi aspettiamo!

(Qui di seguito la trama del libro)
Il destino dell'Everyman di Roth si delinea dal primo sconvolgente incontro con la morte sulle spiagge idilliache delle sue estati di bambino, attraverso le prove familiari e i successi professionali della vigorosa maturità, fino alla vecchiaia, straziata dall'osservazione del deterioramento patito dai suoi coetanei e funestata dai suoi stessi tormenti fisici. Pubblicitario di successo presso un'agenzia newyorkese, è padre di due figli di primo letto, che lo disprezzano, e di una figlia nata dal secondo matrimonio, che invece lo adora. È l'amatissimo fratello di un uomo buono la cui prestanza fisica giunge a suscitare la sua più aspra invidia, ed è l'ex marito di tre donne diversissime tra loro, con ciascuna delle quali ha mandato a monte un matrimonio. In definitiva, è un uomo che è diventato ciò che non vuole essere. L'humus di questo potente romanzo - il ventisettesimo di Roth e il quinto in pubblicazione nel ventunesimo secolo - è il corpo umano. Il suo tema è quell'esperienza comune che ci terrorizza tutti.
Everyman prende il titolo da un'anonima rappresentazione allegorica quattrocentesca, un classico della prima drammaturgia inglese, che ha per tema la chiamata di tutti i viventi alla morte.

www.facebook.com/bookowskigenova/photos/a.133...